indie italia

New Indie Italia Music Week

STOP è sicuramente la parola della settimana: sembra che un intero pianeta si stia fermando di fronte alla diffusione di un virus che non vuole proprio morire! E allora stop agli eventi culturali, stop ai convegni, stop alle scuole,stop ai viaggi, stop agli abbracci, stop ai baci, stop quasi anche alla nostra vita.

Non possiamo aprire gli occhi al mattino con una perenne “ansia di”: tutti quanti cerchiamo di salvare noi stessi da qualcosa che è più grande di noi e non controllabile.

Possiamo solo dire MUSICA NO STOP insieme ad Alessandra, Aurora, Chiara, Nicolò e Salvatore che come ogni sabato ci introducono nel mondo delle nuove uscite settimanali più indie oriented in Italia.


NEON – Le Ali

Per ricordarci che, anche quando ci sembra ormai di brancolare nel buio, non è detto che tutte le luci siano spente. E non parliamo di quelle dei brand, stelle di led, fari allo xeno,semafori e le scie dei jet, ma dell’unica luce che una volta essersi scaricata può davvero tornare ad accendersi. Quella che abbiamo dentro. Quella per cui, a volte, basta solo ricordarsi di premere più forte l’interruttore. Magari proprio di notte, mentre le note della nostra canzone preferita fanno compagnia a noi e alla luna. 

Marracash feat Elisa: 8,5

 

Contento

Dopo quasi un anno di assenza dalla scena musicale, scandito solo da qualche uscita a sorpresa nei concerti dei colleghi, Frah Quintale torna con un nuovo attesissimo singolo e lo fa, come sempre, in grande stile. Contento è un brano fresco, in cui è possibile sentire anche la manina magica di Ceri Wax che l’ha prodotto. È da sentire a tutto volume nelle cuffiette mentre si passeggia per le strade della propria città, la scelta perfetta per riprendersi da un periodo di isolamento e ricominciare a godersi il sole là fuori. Frah è contento e lo siamo anche noi.

Frah Quintale: 8

 

Fumo passivo

Sembra quasi un pronostico del momento storico che stiamo vivendo: inquinamento, colate di cemento ovunque, plastica al posto di un campo di fiori. Ci baceremo con maschere antigas, dimenticando il sapore delle labbra.

I Giocattoli feat Management: 7

 

Rendez-vous (Album)

“Ascoltate Rendez-vous mentre fate l’amore, mentre pensate ad un amore lontano, mentre vi manca qualcuno”, così la sacerdotessa del rap italiano Priestess ha invitato ad immergersi nel suo ultimo progetto che fa delle storie romantiche delle statue da guardare a tutto tondo. “Ascoltate Rendez-vous mentre siete in macchina con i vostri amici o vi lasciate andare in un club”, potremmo aggiungere noi strizzando l’occhio ai feat di Elodie e Myss Keta e alle produzioni variegate che sempre hanno accompagnato la pugliese. Non sappiamo ancora se davvero Solo gli amanti sopravvivono all’amore, ma possiamo dire che questo Ep sopravviverà nelle nostre cuffie e nelle nostre casse.

Priestess: 8

 

Bambina

Fragilità, eleganza, sensualità. Joan Thiele ritorna Bambina per esorcizzare il presente e per non cancellare la piccola J libera da incertezze germogliate dai giudizi altrui. Non si può fermare il tempo di certo, ma lo si può evocare e Joan lo fa con sciamaniche intenzioni miscelando rimembranze, brividi odierni e sonorità rNb. Un ologramma temporale per ammirare i “noi che fummo” dall’esterno e per spegnere, almeno per un momento, la luce accecante del presente.

Joan Thiele: 7,5

 

Casa de Papel

Avete mai avuto una relazione perfetta? Tutta “rose e fiori” senza mai un piccolo litigio? No? Forse perché non sono reali. Ciò che è reale è tutto in questo brano, fatto di piccoli momenti quotidiani, non necessariamente perfetti: i baci alcolici, le macchie di dentifricio, il letto sfatto e la valigia già pronta per andare via. È bello finché dura anche se non è bello come vorresti te, e soprattutto è bello quando il bene che c’è tiene conto dei difetti dell’altro e riesce ad amare forse anche di più.

Legno: 7,5

 

Malpensa

Le paranoie sono un pessimo modo di morire: scialla! Vivere con una costante pesantezza è davvero un buco nero di cui per definizione non si vede il fondo. Lasciamoci trasportare un po’ di più dall’istinto, dalle emozioni, da ciò che è poco ragionato.

Lemandorle feat Solo Campa: 7,5

 

Non credo basterà (ALBUM)

A un anno di distanza da Alaska, album d’esordio, Umberto T., giovane e talentuoso cantautore, ritorna con un nuovo disco dal titolo Non Credo Basterà. Un progetto sperimentale fatto di contaminazioni acustiche, sonorità mediterranee impreziosite da strumenti esotici come il bouzouki e le chitarre elettriche afro-funky. Un viaggio fatto di colori e atmosfere pittoresche in cui Umberto conduce lo spettatore verso mete inespolorate.

Umberto T.: 7+

 

Michael Jackson

Ogni volta che Ombre Cinesi, pseudonimo di Donato Maiuri from Taranto, non si sa mai cosa ci si possa aspettare. A differenza di quanto spesso riscontrato, Ombre Cinesi non è mai uguale a se stesso e stupisce l’ascoltatore release dopo release. Dalla hit estiva in chiave lounge (Summer Card), a Michael Jackson, esercizio di stile tra soul, rnb e funky. Elementi contraddistinti e accomunati da un fattore identificativo: l’indipendenza espressiva ed artistica.

Ombre Cinesi: 7,5

 

Lèon

Un rapporto tossico tra due individui porta inevitabilmente a furiosi litigi: le tue carezze sono caramelle, le tue parole bottiglie rotte. Litigare, però, potrebbe essere un buon modo per confrontarsi, per conquistare maggiore fiducia l’uno nell’altro, un modo per dare un taglio diverso ad una relazione. Anche se non è mai tutto così semplice!

Esposito: 7

 

Fino a quando il cielo esiste

Ogni scusa è buona sentir evocare la fatidica frase “la fine del mondo è vicina”: cambiamenti di ogni tipo sono davanti i nostri occhi e noi stessi ne siamo protagonisti impacciati, timorosi e alle volte inconsapevoli. Che l’ottimismo sia con noi: fino a quando il cielo esiste, non è l’apocalisse!

Mox feat Fulminacci: 7,5

 

Maltempo (Album)

Maltempo è la metafora della vita di qualunque persona sulla faccia della Terra: non è una questione di genere, di etnia, di lingua, di religioni, di credo vario. Abbiamo tutti in comune la linfa vitale! Chi di voi non vive con delle tempeste vorticose che stringono lo stomaco? Chi nelle giuste circostanze vorrebbe fermare il tempo anche se non riesce a dire nulla? Chi vorrebbe far uscire dai propri Cassetti pregi e difetti senza paura di essere giudicati? Forse è vero siamo (solo) presi dal frastuono, dall’odore del dolore in una tela di persone pressoché infinite.

Bipuntato: 8,5

 

Solo con te

L’altra sera, mentre preparavo la cena, ascoltavo questa canzone e ho iniziato a pensare che, forse dovrei diventare grande. Trovare un lavoro stabile, prendere una casa e imparare a essere più ordinato.

Io dovrei smetterla, fare cose con la testa ma,

Masamasa: 8,5

 

Fragile

Siamo fragili perché abbiamo paura di accettare i nostri limiti. Ci sentiamo indistruttibili fino a che non accade qualcosa di negativo e da quel momento perdiamo le nostre certezze. Pian piano iniziamo a sgretolare le nostre emozioni, cercando fiducia non più dentro noi stessi, ma nell’aiuto degli altri. Soprattutto quando lo vorremmo evitare.

Edoardo Nocco: 7,5

 

Matteo non c’è

Matteo non è contento, ha perso l’elezioni. Ora passa le sue giornate sul divano a guardare la tv. Divora piatti di pasta al pesto. Piega le sue magliette preferite. Legge un libro di poesie russe. Chissà dov’è andato e chissà chi è Matteo.

Germanò: 9

 

Buco Nero

Avete presente quella puntata dei Simpson dove Homer è strafatto di Saké? Questa canzone provoca le stesse sensazioni.  Ecco Voglio vivere così.

Giostre feat Charlotte Cardinale: 7

 

Monolocale

Una delle caratteristiche principali di Francesca Michielin è riuscire a non rimanere mai uguale a se stessa, in ogni brano riesce sempre a farci scoprire un nuovo lato di sé, esplorando anche diversi generi e featuring. In questo caso, la collaborazione con Fabri Fibra non è completamente riuscita, si perdono entrambi all’interno di uno stile che non è ben definito, senza dare una linea precisa al pezzo. È veramente orecchiabile e radiofonica, il ritornello rimane in testa, ma manca un po’ di quell’esplosione che ci si aspetterebbe da un feat con Fibra. Noi comunque continuiamo ad aspettare con ansia il suo nuovo album per scoprire quali altre sorprese ci riserva!

Francesca Michelin feat Fabri Fibra: 6,5

 

Tokyo

I Fuera spiegano cos’è la claustrofia a chi balla sotto cassa alle 4 di mattina. Godiamoci l’ultima danza mentre il mondo fuori esplode.

Fuera: 9,5

 

Karma

La ruota del karma gira. Conta fino a dieci poi respira.

Se non vuoi far del bene fallo lo stesso, potresti essere ricompensato.

Cecilia: 7

 

Sensibile

“Ti amo.”

“Ok”

L’amore si alimenta di baci, abbracci e pensieri romantici. Se non si è ricambiati diventa una tortura, soprattutto per chi ha il cuore più Sensibile. Un brano dove lacrime e sorrisi si mischiano in un perfetto equilibrio, come quello che si crea tra le voci di Elso e Molla.

Elso feat Molla: 8,5

 

Gianni Nazionale

“Roma caput mundi”, dicevano i latini riferendosi all’estensione raggiunta dall’impero romano tale da fare della città capitolina il crocevia di attività politiche, economiche e culturali. Gianni sta in nazionale con quei suoi testi scritti nel quartiere, canta il giovane rapper Gianni Bismark, con la speranza che la sua Roma possa ancora far sentire la sua voce su tutto il suo territorio grazie alla genuinità e schiettezza che l’ha sempre contraddistinta. E chissà, forse il mix di musica d’autore romana, trap e rap più classico sarà davvero la chiave giusta per farlo.

Gianni Bismark: 7,5

 

Ascolta la nostra playlist su Spotify!