New Indie Italia Music Week

Le temperature desertiche di questi ultimi giorni hanno sciolto anche l’ultimo dei cuori di vetro. La ricerca sfrenata di qualsiasi fonte di refrigerio ha preso il posto di qualsivoglia preoccupazione: aprire, anche, per un istante il frigorifero si è trasformato in un momento di pura goduria.

Rifugiarsi al mare o in montagna sembra essere l’unico modo per sopravvivere. Quale canzone accompagnerà questo ultimo ardente weekend di luglio?

Scopriamo insieme ai nostri editor Alessandra, Nicolò, Salvatore, Aurora, Chiara, Ilaria e Sara le bollenti uscite di questa settimana. Lasciatevi scottare da un bel pezzo!


L’Orsa Maggiore/Al Diavolo

Quando una storia d’amore va avanti ormai da tanto tempo, si fatica, paradossalmente, a trovare un equilibrio, perché si cresce insieme e si cresce spesso in modi diversi. La Municipàl, con questo nuovo doppio singolo, ci guida attraverso il percorso ad ostacoli che può essere la fine di una storia. 

Ne L’Orsa Maggiore troviamo, a fare da sfondo, la malinconia che inevitabilmente segue una rottura, accompagnata da momenti di confusione durante i quali non capisci se vuoi andare avanti e superare la cosa o se, al contrario, vuoi quella persona di nuovo al tuo fianco.

In Al Diavolo, invece, si fa sentire sempre più forte il desiderio di ricominciare da solo tutto da zero. Quanto sarà definitivo questo “al diavolo” ce lo dirà solo il tempo.

La Municipàl: 8

 

0ffline 

Produzioni, flow e pronunce fuori dagli schemi sono sempre stati i segni particolari sulla carta d’identità musicale del giovane tha supreme. E questa collaborazione con il canadese Bbno$ non di certo li smentisce. Cosa fare, allora, se non spegnere il cellulare ed essere per una volta 0ffline per godersi questo pezzo? Nella decappottabile dei due artisti non sembra esserci posto, ma nelle nostre macchine che corrono verso il mare sicuramente sì. 

Tha supreme feat. Bbno$: 9- 

 

Un’altra brasca

L’essere vittima o carnefice in una storia d’amore a volte non fa la differenza se l’arcobaleno adesso è bianco e nero. C’è stato un tempo in cui si è stati la luna che brilla le notti ed uno in cui quella luna si è spenta negli occhi: peccato che uno dei due sia stato solo Un’altra brasca.

Adesso è tempo di scoprire nuovi universi!

Dj Gengis, Gemello & Carl Brave: 8-

 

Bianco/Gospel 

Bianco/Gospel è un doppio singolo che profuma del paese dell’Africa orientale in cui è nato, il Mozambico. Ascoltando questi suoni, infatti, non si può non percepire come il rapper Gemitaiz e il produttore MACE siano stati ispirati da quelle strade e quella gente per crearli. Se in Bianco è il flow frenetico a spingere verso atmosfere esotiche, in Gospel è il beat più leggero a disegnare immaginari suggestivi. Ciò che conta, in ogni caso, è che si viaggi tanto. Con la mente e col cuore. 

Gemitaiz & MACE: 8,5

 

Buio sereno 

Chiudete gli occhi. Immaginatevi seduti sulla spiaggia o con i gomiti sul davanzale di una finestra che si affaccia sul mare. Siete lì, di fronte al sole che si sta fondendo totalmente con le onde, dando altra vita e colore al cielo.  Ed eccolo, proprio lì, di fronte a voi: il momento più suggestivo della giornata. Quello in cui tutte le tensioni accumulate sembrano sciogliersi per prendere una nuova forma. Quello in cui vi sentite proprio come il sole che si cala dolcemente in una grande distesa d’acqua. Be’, grazie a Ceri e See Maw, ora avete anche una colonna sonora per quest’attimo. Un attimo solo vostro e di quello spicchio di mondo che vi si rispecchia finalmente negli occhi. 

Ceri ft. See Maw: 9

 

Grand Prix

Non è facile aspettare che arrivi qualcosa, ma è ancora più difficile riuscire a fare la cosa giusta, sopratutto se questa ci può danneggiare. Probabilmente dovremmo considerare la lentezza un valore, rallentare e prendere una pausa invece che voler aver tutto e subito.

Diciamo stop all’ansia e alla frenesia, vivremo meglio e con la mente più leggera.

È importante considerare che durante un Grand Prix non conta solo l’ultimo giro e che una vittoria si costruisce curva dopo curva.

Malpensa: 7,5

 

Freddo 

Sarò freddo però mi sono accorto che tu mi guardi da un po’.

Essere freddi non vuol dire necessariamente non accorgersi o non interessarsi a cosa si ha intorno. A volte essere troppo freddi ci porta a vivere di rimpianti, pensando a come sarebbero potute andare le cose. Essere freddi però non vuol dire essere morti, e ciò significa che si è sempre in tempo a cambiare tutto.  

Spesso chi ci sembra distratto, in realtà sta solo cercando di stesso.

Redh: 7,5

 

Alba

Alba è un racconto di sensazioni, attimi e strascichi di vissuto di un ragazzo di 20 anni.

Alba vuol dire abbandonarsi, guardarsi allo specchio e dirsi che vai bene così come sei. La sonorità del beat può farlo sembrare un brano spensierato, ma in realtà racchiude una profondità legata al godersi l’attimo. 

L’alba è un momento sospeso nel tempo, in cui tutto è possibile, anche essere sé stessi.

SANTACHIARA: 8

 

Pronto per volare  (EP)

Pronto per volare è la sorpresa estiva di Young Decade.

Un ep di tre tracce che prende in giro i vizi di un certo modo di fare rap, che esalta droga e vita da gangster, ma che sa anche emozionare con l’ultima traccia.

In Lean Decadiana  il rapper del blocco racconta del rapporto che ha con  suo cugino e di come basti un bicchiere di vino per sentirsi felici, invece di  dover assumere pericolose bevande viola.

In Gta rincara la dose, parlando di periferie e di finte mode.

La title track invece è un altra delle confessioni intime con le quali Fabio vuole urlare sotto voce i suoi sogni e le sue sue parole.

Young Decade: 7+

 

Acqua e Sale

Quando penso a me, mi viene in mente il rap. Ho fatto un sogno toccavo le stelle sopra un jet. Andavo dove il cielo sembrava disegnato, che tramonto da mozzaffiato ora dammi un bacio. Io e te, acqua e sale.

Innamorarsi d’estate sembra essere sempre più romantico con queste good vibes che ci trasportano in una danza di sguardi e di labbra che si sfiorano.

Hermit: 8

 

Naaah

Un nonno che guarda il nipotino correre al parco giochi, una madre che si scusa dopo aver sgridato il figlio. Una coppia che si abbraccia e il sorriso di un bambino appena vede il papà.

Le piccole cose sono la cura per i nostri problemi, le medicine per mandare giù le cose che non riusciamo a capire del mondo.

Ma quanti problemi lascia stare, dimmi un po’ chi te lo fa fare è il punto di vista di chi è ancora troppo piccolo per crescere e riesce a viversi la vita senza nessuna preoccupazione, così libero da permettersi di fare una smorfia e dire Naaah!

Pasino feat Camilla: 7,5

 

Sunset Love (Malibu-1982)

L’estate è la stagione della ricerca dei tramonti perfetti, i cui frame popolano le stories di noi schiavi dei Social. Che il sole si confonda con il mare oppure si nasconda tra due colline ingiallite dal grano, o si specchi su un lago di montagna o ancora brucia tra le palme e la strada, resta sempre il protagonista di un momento incredibilmente romantico anche se si è soli.

Hell On Mask: 8

 

Origami

L’amicizia fraterna esiste e non ha scadenza: sempre in giro con i fra. Nonostante i guai, il chiacchiericcio della gente, la distanza, il condurre vite diverse, il perdersi e ritrovarsi siamo origami che non strapperai. Non c’è un momento preciso in cui nascono: si ci sceglie quasi per caso per diventare il sole sopra la città.

Monte: 8

 

La macchina del tempo

Viaggiare nel tempo è uno dei desideri di noi mortali: quante volte abbiam ripetuto a noi stessi “se potessi tornare indietro!”. Che meraviglia prevedere tutto quanto: non un’esitazione, solo certezze, nessun rimpianto! Purtroppo o per fortuna La macchina del tempo non esiste: è facile a posteriori essere consapevoli che agire in modo diverso poteva cambiare le cose.

Elisabetta Perversi: 8

 

Marilyn

Una galleria di volti che mutano, cambiano forma a seconda delle situazioni, cercando di somigliare agli idoli visti in una serie tv, in un film, oppure ancora ci si immedesima nel regista, filosofo, scrittore, musicista del cuore, tanto per sentirsi meglio. Allora un giorno io sono Marilyn e tu sei Gurdjieff, in un continuo gioco di ruoli in cui è sempre meglio essere qualcun altro, piuttosto che conoscere se stessi. Tra il mood di un primo Venditti e la narrativa di Battiato, al centro si colloca la ricercatezza musicale di Amalfitano.

Amalfitano: 7

 

Bellissima noia

Un elogio ai colpi di fulmine a ciel sereno, quando la noia non è puro otium, ma tutto ciò che ci tiene legati all’abitudine di tutti i giorni. La scossa che riavvia il cuore quando è sull’orlo del precipizio. Basta un sorriso per rallegrare le menti e risvegliare le membra assopite. Un indie folk che si sorregge su una Sympathy for the devil dei Rolling Stones è quello che serve per aprire le danze e per non lasciarsi sopraffare dai troppi bicchieri buttati giù, quando ad una festa non c’è niente che ci spinga a ballare.

Filo Vals: 8

Ascolta la nostra playlist su Spotify!

Please follow and like us: