indie italia

New Indie Italia Music Week | Le Pagelle (XI)

AAA Cercasi voglia di tornare alla solita routine! L’Epifania ha davvero portato via tutte le feste: puntare di nuovo la sveglia alle sei del mattino è un’ardua impresa.

C’è chi torna davanti un PC ma in standby come il desktop che si trova davanti, suggerente immagini di spiagge esotiche dove tuffarsi. C’è chi torna nel mare della disperazione per riprendere in mano colorate dispense e quaderni pullulanti formule matematiche.

C’è chi continua a non far nulla e c’è chi, invece, sgancia bombe, non su innocenti popolazioni, ma su piattaforme musicali. Che l’unica “guerra” che possa nascere sia a suon di note!

Alessandra Ferrara, Aurora Aprile, Chiara Scarlino, Nicolò Granone e Salvatore Giannavola, muniti di cuffie, penne e post-it sparsi vi portano alla scoperta delle nuove uscite della settimana!

Tutto bene fin quando non ritorniamo a terra, proprio come dei missili. E aspetto solo l’amore dopo l’esplosione, ho voglia di sorridere un po’.

Missili, Frah Quintale feat Giorgio Poi

——

 

Cip! [Album]

Ed ecco che quasi alle prime luci del 2020 Cip! conferma ed aggiorna tematiche carissime al nostro Dario: il bel mondo in cui viviamo appannaggio di superficialità, di casualità, di fugacità, di amori troppo complicati, di famiglie come unico punto fermo. L’upgrade di A casa tutto bene sottolinea la volontà di Brunori di essere critico, tagliente e cinico al punto giusto. Qualcuno potrebbe pensare che sia il suo tallone d’Achille, ma non lo diventerà fin quando ci sarà sempre quel pizzico di novità che non lo renda banale ed uguale agli altri.

Brunori Sas: 7,5

 

I nostri anni

“Notte prima degli esami”, aggiornata al 2020. Tommaso Paradiso ,senza dubbio, si è impossessato dello spirito di Venditti. Ecco che ne viene fuori una dichiarazione all’eternità di Roma, ma ancor di più alle nostre fragilità che non hanno nulla da invidiare alla resistenza dei biscotti inzuppati nel latte. L’amore passa un po’ in secondo piano in questa traccia, lasciando spazio al pessimismo che equivale alla consapevolezza per molti di vivere una vita  piena di domande alla quali non è sempre facile trovare una risposta: ma fanculo tutto, questi sono i nostri anni !

Tommaso Paradiso: 7

 

Cose dell’altro mondo

Il nuovo anno inzia benissimo con Dente, tornato per farci versare le prime lacrime dell’anno con il suo nuovo singolo. La sua consueta delicatezza ci porta sui binari dei ricordi di una storia ormai finita, ripercorsi con dolcezza e nostalgia da entrambe le parti, che ormai hanno fatto pace con il loro passato. Ma di noi due che cosa rimane?, sicuramente questo meraviglioso brano.

Dente: 8,5

 

LTM

C’è una nota marcata di sano femminismo nella feat PAZZESKA realizzata da due icone della musica italiana: Paola Iezzi, nota componente del duo Paola e Chiara e Myss Keta, arciduchessa dell’Europa del sud e futura Papessa nella terza stagione di The New Pope (si vocifera l’aggiunta di una p nel titolo per il terzo capitolo della serie). Un brano dalle sonorità reggaeton in cui la carica sensuale della mamacita Paola incontra l’essenza sensuale del rap di Myss Keta, come sempre fautrice di uno stile lirico fatto di riferimenti pure pop, romanticismo e satira. Al verso “vamos a bailar come Icardi e Wanda festival del kamasutra e poi amici come prima, (ops) resta fino alla fine, non voglio chiudere questa rima” avrei voluto urlare di gioia, peccato fossero le 00.30.

Paola Iezzi feat Myss KETA: 8

 

 

Non è la fine

Chiariamo una cosa: Elodie è molto di più de “la miss cantante italiana più fregna”. Potrebbe essere la nostra Rosalìa o la nostra Lous and the Yakuza: colei che è destinata a dare nuova linfa allo spesso rinsecchito albero del pop italiano. L’attitudine urban, le sonorità trap e l’intreccio con i continui cambi di flow ai quale Gemitaiz ci ha sempre abituati, non fanno altro che impreziosire una voce che già lasciava il segno. Della cantante, senza dubbio e per fortuna, questa “non è la fine”, ma solo un buon inizio. 

Elodie feat Gemitaiz: 9

 

Vestiti d’odio

Che sia pop rap o emo rap, che il linguaggio strizzi l’occhio alla trap o la racchiuda soltanto in una dimensione più intimistica, che il percorso di LiK Kaneki e Drast ricordi quello di Carl Brave & Franco 126 oppure no, delle cose sono certe. Questa roba spacca! Tredici Pietro ha creato un ritornello da far invidia ad uno di Coez. E Vestiti d’odio è quel messaggio che, da ubriachi, tutti manderemo a quella persona che con noi non ha mai osato abbastanza.

Tredicipietro, Psicologi: 9

 

Jager

Siamo certi di essere disposti a fare davvero di tutto per amare? La rinuncia della parte più intima di noi stessi è un regalo a chi mi accompagni ad un concerto che non piace nenache a me. Probabilmene nessuno di noi possiede una risposta sufficientemente soddisfacente: uno Jager come pennello potrebbe disegnarla.

Zibba: 8,5

 

Dentro la notte

Scappare dai propri sogni, scappare dalle proprie paure, scappare dalla propria città, scappare da chi in fondo amiamo. Insomma, scappiamo da tutto e tutti ed è bellissimo farlo dentro la notte. Scappare, restare, perdere sono il minimo comune denominatore di affrontare: dentro quartieri con insegne spente ci puoi nascondere il cuore. Save it!

Malinverni: 8

 

La luna sul balcone

Racconto di una storia d’amore che profuma di “indie”. L’immagine di un sorriso sotto una pioggia incessante, lei che ascolta Brunori, lei che è bella come una canzone. Lui e la luna sopra il suo balcone pronti ad un illuminare uno sguardo. Quello sguardo.

Giannini: 7,5

 

Scappare sempre

Un famoso proverbio recita ” in amor vince chi fugge”: sarà una verità assoluta? Se racconteremo che non ci lega niente , sicuramnte si. Ma se avessimo pensato di fermarci solo un istante, giusto il tempo di un confronto, forse sarebbe una lama nel petto oppure un sorriso al gusto bacio.

Elephant Brain: 7

 

 

 

Freccia Bianca

Quanti treni persi per un soffio. Quanti arrivi ritardati dai guasti sui binari. Quante ore di musica ascoltata su quelle poltrone non troppo comode. Freccia bianca è un viaggio che sfiora la costa ligure verso città troppo grandi per stare bene da soli. Dedicata ai tirocini sottopagati e a chi è costretto a spostarsi per sperare di sognare.

Lucio Corsi: 9

 

Varanasi

Feste finite, l’estate ormai lontana, ma la voglia di fare festa è rimasta soprattutto ai Moca. In 2,37 minuti si può trovare una cura per l’hangover? Si, e si chiama Varanasi. Pezzo stra consigliato la domenica mattina con i postumi, scegliete voi di cosa.

Moca: 7,5

 

Le tue Clarks

Siete pronti a ricordare quelle notti da giovani  innamorati alla ricerca della poesia? Il brano con cui debutanno Agorà, band formata da sei ragazzi veronesi, è un inno nostalgico all’adolescenza: un periodo dove tutto, o quasi, è concesso e tutte le possibilità rimangono aperte. Romantici, corsari e folli sono forse tra gli ultimi rimasti a credere alla potenza dell’amore e all’importanza di far crescere le relazioni attraverso il contatto umano.

Agorà: 7,5

 

Mostrami una donna

Cosa ti ha colpito di lei? Quante volte abbiamo dovuto rispondere a questa domanda fatta dagli amici appena abbiamo dichiarato il nostro amore per la nuova fidanzata. Spesso è facile rispondere la sua simpatia, i suoi occhi dolci, i capelli che cascano dolcemente sulle spalle o altre ventimila variabili, che per qualche strana ragione ci mandano totalmente in fissa. Il problema che spesso rimaniamo legati, anche inconsapevolmente ai vecchi amori e non riusciamo andare avanti. Cerchiamo le stesse espressioni in visi estranei legando appesi ai vecchi ricordi.Solo quando incontreremo una donna che non ha nulla di simile alle vecchie ex, riusciremo finalmente a rinnamorarci.

Perturbazione: 9

 

Dove non batte il sole

Non basterà un fiammifero e nemmeno tu per farmi scongelare: per fortuna noi abbiamo il nuovo brano di Galeffi a scaldarci il cuore e far passare il freddo di questi giorni. Fra l’energia della voce e le sonorità quasi pop, questo terzo singolo preannuncia un album veramente di fuoco. 

Galeffi: 7,5

 

Chi manda le onde

La prova schiacciante de “l’unione fa la forza” è questa fortunata collaborazione, che vede per la prima volta insieme Emanuele Barbati e i Kaufman. Strumenti travolgenti e il ritornello tutto da cantare entrano in  senza più uscirne, rendendo il pezzo fresco e coinvolgente. Speriamo sia solo il primo di numerosi futuri featuring!

Emanuele Barbati feat Kaufman: 7

 

Puro sangue [Album]

Telestar è un progetto che seguiamo con curiosità e interesse da circa due anni ormai grazie ai singoli A Vita Nuova, Quanto sei Bella e Qualcosa è cambiato. Venerdì è uscito Puro Sangue, il terzo album di Telestar che con ficcante leggerezza esorcizza l’amaro della vita attraverso racconti sonori romantici impreziositi da una vocalità profonda e avvolgente, una voce che fa da megafono ad esperienza percepite dall’ascoltatore come vissute, momenti di vita hanno lasciato il segno nell’autore e nella sua intenzione artistica.

Telestar: 7

 

Ti aspetto fuori [Ep]

Ti aspetto fuori è l’Ep di questo duo a metà tra il rap e il pop che canta su basi moderne ed elettroniche. Forse ancora un pò acerbi, ma vogliamo incoraggiare i nuovi artisti che hanno il coraggio di osare e sperimentare. Diventare artisti famosi è molto complicato e probabilmente all’inizio “nessuno sa come si fa”, poichè fare musica non è una formula matematica.

Siero: 6,5

 

Please Wait [Album]

Titolo più che mai ad hoc per un album, d’esordio, il cui filo conduttore è l’attesa. L’attesa di un amore che il narratore vorrebbe tornasse, ma allo stesso tempo lo ferisce, lo tormenta. I bei ricordi di ciò che è stato, e la sua musica sono la sua unica fonte di sopravvivenza.

Meli: 7,5

Ascolta le migliori uscite della musica italiana sulla nostra playlist su Spotify!